lunedì 11 dicembre 2017

lavori a Porto Conte - messa in sicurezza della strada

Completato l'intervento di messa in sicurezza del tratto di strada di Porto Conte, in prossimità del piazzale prospiciente la “Torre Nuova”, parte terminale della SS 127 Bis.  
Eliminate le barriere stradali provvisorie del tipo “new jersey”, è stato realizzato in questi giorni il definitivo guard rail, a tutela della sicurezza, della circolazione e della pubblica incolumità. 
Le nuove barriere sono state realizzate con l’utilizzo dell’acciaio Cor.Ten., materiale che impedisce il processo di corrosione e assume la colorazione bruno-rossastra, somigliante al legno, in linea con le indicazioni sulla tutela paesaggistica. 
L’intervento principale ha interessato l’installazione della barriera stradale per un tratto di strada di circa 160 metri lineari. L’opera consente di eliminare definitivamente lo stato di pericolo di quel tratto di strada, che presenta uno strapiombo sugli scogli sottostanti con un dislivello in alcuni tratti superiore a i tre metri.

venerdì 17 novembre 2017

Pineta di Maria Pia - lavori di riqualificazione del verde: emerge la parte nascosta

La pineta di Maria Pia al centro di una riqualificazione generale grazie al progetto di recupero e ripristino della funzionalità promosso dall'Assessorato al verde, finanziato dalla RAS e concertato con Forestas. 
Transitando su viale I Maggio è possibile notare l'importante lavoro che, in appena una settimana, hanno fatto i nove operai e potatori specializzati. 
L'intervento in atto ha già permesso di riportare alla luce una parte dell’area impraticabile fino a poco tempo fa per la fitta vegetazione e le erbacce che la caratterizzavano. Interventi, inoltre, sulle palme messe a dimora lungo il litorale, con funzione di barriera contenitiva della spiaggia adiacente. 
Le operazioni sono finalizzate da un lato a migliorare la stabilità della pineta e dall’altro ad attivare i processi di rinaturalizzazione della stessa. Il progetto prevede inoltre interventi di recupero danni e/o di eliminazione di soggetto a rischio di schianti, interventi di riduzione della biomassa per la prevenzione incendi nelle aree a maggior rischio (aree a fruizione turistica), interventi di controllo/eradicazione di specie alloctone.
Al termine del progetto, che ha una durata di due mesi, contiamo di poter restituire alla libera fruizione un tratto importante di pineta, programmando ad ogni modo futuri interventi  manutentivi estesi alla totalità della Pineta di Maria Pia

Di seguito il servizio realizzato da Caterina Fiori per Videolina:
http://www.videolina.it/articolo/tg/2017/12/11/alghero_una_task_force_per_salvare_la_pineta_di_maria_pia-78-675401.html

.

domenica 5 novembre 2017

cerimonie 2-4 novembre

Grande partecipazione, come di consueto, il 2 novembre al cimitero di Alghero per la giornata della Commemorazione dei Defunti.  Alla celebrazione religiosa del Vescovo  Mons. Mauro Maria Morfino ho preso parte in rappresentanza dell'Amministrazione comunale insieme l'Assessora Ornella Piras. Al termine della funzione religiosa il corteo si è recato all'interno del cimitero per rendere omaggio ai caduti civili e militari e per deporre un fiore sulle tombe dei Sindaci di Alghero. 

Ieri, sabato 4 novembre, abbiamo celebrato la 99° Giornata dell’Unità Nazionale e delle Forze Armate. Da Palazzo Civico di via Columbano è partito il corteo che ha reso omaggio, con la deposizione delle corone d’alloro, ai monumenti dedicati ai caduti civili ed ai militari algheresi nel corso dei conflitti mondiali. 


Nel richiamare l'Unità nazionale e la festa delle Forze Armate la celebrazione del 4 Novembre dice del profondo legame tra il Paese e la sua componente militare che è evidente tanto nell’ordinarietà delle nostre città, quanto nella straordinarietà di contesti operativi particolarmente delicati e pericolosi che in un contesto internazionale in continuo fermento le nostre forze armate si trovano a dover fronteggiare.
  

Ritrovarci ogni anno a celebrare questa giornata non è semplicemente un esercizio di memoria collettiva come stessimo velocemente sfogliando le pagine del grande libro della storia di questo nostro straordinario Paese, ma rappresenta l’opportunità di trovare, nei solchi della Storia, motivi di speranza e fiducia per affrontare le sfide di oggi e del prossimo futuro, ricercando innanzitutto una nuova e più forte coscienza unitaria.

Credo che il nostro Paese e anche la nostra comunità cittadina abbiano bisogno di più unità e il perseguimento di questa unità passa dall’assunzione piena di responsabilità da parte di ciascuno, nello svolgere pienamente il proprio dovere, nel proprio lavoro, nell’impegno familiare, sociale. Anche la credibilità delle Istituzioni, a tutti i livelli, passa da questa assunzione piena di responsabilità da parte di chi ne è interprete e protagonista e può generare una più forte coscienza unitaria.

video su alguer.tv:  http://video.alguer.it/v?id=128028


mercoledì 25 ottobre 2017

Finalmente ad Alghero una piscina coperta



Un’opera attesa, programmata con attenzione e che trova oggi concretezza con la  firma del contratto. La nuova piscina comunale inizia il percorso che tra un anno e poco più ( 382 giorni lavorativi ) la vedrà pronta per accogliere attività natatorie tutto l’anno.    Costerà 2 milioni 100 mila euro, reperiti dall’Amministrazione con Fondi Jessica, con un progetto moderno e funzionale che ingloberà la struttura esistente, migliorata e riqualificata nelle sue parti esterne. 
La nuova struttura si andrà ad affiancare al vecchio impianto nella parte dell’ingresso, per formare un corpo unico; sotto la moderna copertura in legno lamellare, una vasca da mt 25x16 e una per i bambini da mt 12,5x5, una tribuna da 200 posti, comfort e funzionalità. 
Ieri, insieme al Sindaco abbiamo partecipato al sopralluogo con i tecnici del Comune e con i rappresentanti dell’Elettrica System, l’impresa esecutrice delle opere. 

Un’opera importantissima per tutta la città che consente di fare un grande passo avanti nella dotazione degli impianti sportivi moderni e al passo coi tempi,  adatta allo svolgimento delle attività agonistiche ufficiali. Un investimento fondamentale, voluto con determinazione all’interno di un più complessivo piano di potenziamento delle strutture sportive, che certamente avrà anche una valenza sociale.

L’investimento per la nuova piscina comunale rientra in un programma  di opere pubbliche da accantierare a breve che vedono tra le più importanti le 18 scuole da riqualificare, la nuova scuola in via Tarragona con auditorium musicale, la circonvallazione, la riqualificazione del municipio di via Columbano, il centro di aggregazione con spazi per antichi mestieri nell'ex cotonificio, l’asilo nido della Pietraia, la riqualificazione del ponte di Fertilia. 




giovedì 12 ottobre 2017

TAGLI STRADALI - DISCIPLINARE PER LA CORRETTA ESECUZIONE E RIPRISTINO

Arriva una regolamentazione rigorosa per i tagli stradali e manomissioni del suolo pubblico che lasciano il segno sull’asfalto o sui marciapiedi della città.
L’Ufficio manutenzioni lavora ad un apposito regolamento, ma nel frattempo, nelle more della conclusione dell’iter, attraverso la Giunta su proposta dell'Assessorato che guido, vara un disciplinare per codificare le regole tecniche da seguire per il ripristino degli scavi eseguiti da privati ( Enel, Telecom, Abbanoa ecc.. ).
Un uso più corretto del suolo pubblico si rende necessario prevedendo aspetti tecnici precisi per modalità di scavo, ripristino immediato e successivo, tempistica, al fine di uniformare le caratteristiche dei ripristini e il miglioramento delle condizioni di viabilità e decoro urbano.  
Oltre ai consueti canoni dell’esecuzione delle opere “a regola d’arte” e alle prescrizioni delle norme vigenti sulla sicurezza dei cantieri, i dodici articoli del disciplinare prescrivono, tra le diverse tipologie di interventi,  che il materiale di risulta dello scavo dovrà essere immediatamente allontanato dalla strada e conferito in discarica e che i tagli stradali dovranno essere sempre chiusi al temine della giornata lavorativa. Per nessun motivo lo scavo dovrà restare aperto nelle ore notturne e il materiale dello scavo allontanato e sostituito. Sugli scavi trasversali, in particolare, non saranno più ammessi ripristini mediante tappeto di usura eseguito a sormonto. Ciò per evitare che gli strati si sovrappongano andando così ad aumentare il livello stradale rispetto al marciapiede.  

Nel caso in cui i lavori richiesti riguardino strade, corsi, vie o piazze dotate di segnaletica orizzontale, verticale e complementare, l’esecutore delle opere sarà tenuto al ripristino di quella danneggiata, eliminata o compromessa dai lavori.

mercoledì 11 ottobre 2017

Protezione civile: approvato il nuovo piano

Dopo il positivo lavoro nella V Commissione, nella quale la proposta di piano fu licenziata nelle sedute di Luglio, il Consiglio comunale ha approvato la proposta di aggiornamento del piano intercettando la necessità di dotare il sistema di protezione civile comunale di uno strumento rinnovato, al passo con i cambiamenti normativi e climatici, ma anche territoriali e sociali della città di Alghero.
Il percorso di definizione del nuovo strumento è andato di pari passo con la riorganizzazione e la formazione del Centro Operativo Comunale (COC) di Protezione Civile.  Definite le funzioni del COC e avviato il percorso formativo delle stesse, parallelamente l’Amministrazione comunale ha avviato il percorso di aggiornamento del piano tenendo conto che un piano di protezione civile è uno strumento che deve tener conto  delle situazioni di emergenza e del vissuto storico di un territorio e che permette di coordinare tutte le risorse disponibili in un comune in termini di persone, mezzi e materiali e attribuire dei compiti alle varie figure di responsabilità.
Ora inizia una seconda importante fase per la protezione civile comunale, cioè  quella di far conoscere il piano alla popolazione, soprattutto nelle zone a rischio, e attuare tutte quelle misure di prevenzione e di riduzione del rischio che il piano suggerisce.
Una prima fase di informazione è stata già svolta con il programma declinato dal Dirigente competente Guido Calzia e dal referente locale della Protezione civile, il dott. Alessandro Corrias, con il percorso nelle scuole che ha permesso di raggiungere circa 2500 ragazzi. Lavoro che deve essere ora caratterizzato da una più capillare diffusione della cultura e da una nuova coscienza di protezione civile, volta all'acquisizione di nozioni di base e di preparazione nell'ambito dell'intero ciclo di emergenza anche da parte della popolazione. 
Per arrivare a tale risultato si dovrà lavorare nelle scuole di ogni ordine e grado, attraverso la declinazione di programmi di formazione strutturati e di provvedimenti preventivi in materia di sicurezza in caso di calamità e coinvolgendo la popolazione con una informazione capillare e diffusa.

venerdì 6 ottobre 2017

Lavori di potatura delle alberate in città

Qualche giorno fa hanno avuto inizio i lavori di potatura programmati dall’Assessorato alle Manutenzioni. 
Continua la serie di investimenti nella cura del verde pubblico con l’appalto che ha già riguardato le alberate di via XXIV Maggio e via Marconi e che continuerà successivamente con  interventi in via Kennedy, via Sassari, via Lo Frasso, via La Marmora, via Brigata Sassari, via Vittorio Veneto, via Satta, via Cravellet, via Deledda, via Sant'Agostino, via XX Settembre, via Vittorio Emanuele, via Catalogna. 
Circa 40 mila euro l’importo dei lavori. L’intervento consisterà nel taglio di tutti i polloni e rami verdi per i due terzi della pianta partendo dalla base al fine di riequilibrare lo sviluppo della chioma. Saranno interessate dalle potature un totale di 1300 piante. L’ultimazione delle potature è prevista entro 40 giorni.